Storia

cropped-logo-mf-c5.png

Dopo aver partecipato per diversi anni ai vari campionati provinciali organizzati da UISP ed ARCI, un gruppo di amici decidono di fare sul serio e tentare l’avventura nei campionati della FIGC. Era l’anno 1995.

Ma è solo dalla stagione agonistica 1998/1999 che la S.S. Calcio a 5 MANFREDONIA successivamente denominata SIPONTUM  MANFREDONIA per distinguerla da altre compagini cittadine sorte nel frattempo – vede la luce. In tale stagione sportiva, la neonata società si iscrive per la prima volta al campionato di serie C, organizzato dalla FIGC – Div. C. a 5..

I colori sociali, e non poteva essere diversamente, sono il bianco/celeste con le classiche fasce verticali.

L’organigramma societario è costituito dal Presidente Pasquale SPERA, dal Vice Presidente Matteo PACILLI (socio fondatore) e dal segretario Matteo GUERRA.

Le stagioni sportive dal 1998/1999 al 2001/2002 vedono la società cimentarsi nel campionato di serie C  regionale. Lo spirito della squadra, in linea con le direttive dirigenziali, era quello di creare un momento di sana aggregazione, di svolgere attività sportiva, di divertirsi. Le varie sedute di allenamento altro non erano che momenti di incontro tra amici che, a loro volta, cercavano di allargare il cerchio richiamando altri amici ai quali far conoscere, ed amare, questo sport.

Non contavano la classifica, la posizione finale, il raggiungimento di un determinato obiettivo. Tutto era finalizzato a meritarsi una sana e salutare “mangiata”, offerta dal Presidente. Tutto (accese discussioni, “liti”) veniva stemperato davanti ad una tavola imbandita e ad un buon bicchiere di vino (o di birra!).

Il campionato 2002/2003, sotto la sapiente ed appassionata direzione del Presidente Pasquale SPERA, è quelle delle novità! Si verificano, infatti, importanti cambiamenti a livello societario: un nuovo Vice Presidente, Fabio DE SALVIA, va ad affiancare Matteo PACILLI. Anche gli obiettivi cambiano: si punta a qualcosa di più importante di una “semplice” mangiata (ben vengano!). Il risultato sportivo conta, eccome! E non tarda ad arrivare. La squadra, infatti, raggiunge i play-off dai quali, purtroppo, è eliminata al primo turno. Si intravedono, tuttavia, le capacità, la consapevolezza e la voglia di raggiungere quel qualcosa in più.

Il campionato regionale di serie C 2003/2004 è la conferma che si vuol raggiungere quel qualcosa in più. Il neo Presidente Fabio DE SALVIA ha le idee ben chiare ed una mentalità più “cattiva”, necessaria per cercare di raggiungere il risultato finale. Il mister (Domenico CATANEO) è confermato, ma cadono (seppur momentaneamente) alcune teste illustri tra i dirigenti: è, infatti, l’unica stagione sportiva nella quale la carica di Vice Presidente non è più ricoperta da Matteo PACILLI. Ma è anche la stagione dei primi prestigiosi successi.

Una lunga cavalcata attraverso i play-off consente il raggiungimento della serie B: dopo due turni, epici e vincenti, contro il MARTINA C.5 e il CONVERSANO, la SERIE B non è più utopia, è realtà!

Dopo tanta gavetta, trascorsa sugli infuocati campi della Serie C, la stagione sportiva 2004/2005 ci vede per la prima volta alla ribalta nazionale. La squadra si iscrive e disputa il campionato di serie B. L’orgoglio è doppio poiché la squadra Sipontina è l’unica squadra della provincia di Foggia a partecipare al secondo campionato nazionale. Il merito deve ascriversi oltre al Presidente, Fabio DE SALVIA, al mister, Domenico CATANEO, e agli splendidi ragazzi che compongono la rosa della squadra. La squadra disputa un girone di andata eccezionale ipotecando, così, la permanenza nel campionato nazionale anche per la stagione successiva.

Alla fine sarà “solo” 9° posto, sufficiente per non disputare il play out e garantirsi la partecipazione ad un nuovo campionato nazionale di serie B.

La stagione sportiva 2005/2006 è quella dei maggiori cambiamenti. Nuovo Presidente è Severino PRATO il quale vuole dare un’inversione di rotta e di gestione rispetto al precedente Presidente. Cambia, infatti, la dirigenza (nuovi sono, infatti, Marcello RENZULLO e Andrea SANTORO). Anche il settore tecnico viene stravolto: nuovo mister è Elvio COLLETTA, Team Manager il prof. Franco MURICCA, Direttore Sportivo Pasquale AULISA. Alcuni dei giocatori storici (Mino BALZAMO, Carmelo MENDOLA, per citare i più conosciuti) non rientrano più (decisione, forse, troppo frettolosa?), nei programmi societari.

Tutti questi cambiamenti, troppi forse, nonostante gli sforzi economici sopportati per l’inserimento in squadra di 2 Italo/Argentini non portano i risultati sperati: la squadra chiude, infatti, la stagione regolare al terz’ultimo posto in classifica, retrocedendo nel campionato regionale di serie C che comunque, grazie ai ripescaggi, viene evitata.

L’unica e sola nota positiva, anzi positivissima, di questa stagione sportiva è rappresentata dai risultati raggiunti dalla squadra Under 21 che, sotto la sapiente guida del mister Paolo VITULANO, dopo aver stravinto il proprio girone, è costretta dal Cus CHIETI (ai calci di rigore) a fermarsi ad un passo dalle semifinali nazionali che avrebbero aperto per la società una prospettiva a dir poco affascinante:

giocarsi lo scudetto nazionale UNDER 21!! Peccato!!!

Dopo una lunghissima querelle con la F.I.G.C., la società assume, finalmente, l’attuale denominazione: MANFREDONIA C. 5, così come richiesto al momento dell’iscrizione al campionato.

La stagione sportiva, quella 2006/2007 alla quale si partecipa, come detto, grazie al meccanismo dei ripescaggi, ancora in serie B non nasce sotto i migliori auspici. La società subisce un ulteriore stravolgimento: Marcello RENZULLO e Andrea SANTORO, per ragioni personali, non garantiscono più il necessario apporto. Tutto poggia sulle larghe spalle di Severino PRATO e Matteo PACILLI i quali, nei limiti del possibile, cercano di non far mancare nulla per un campionato tranquillo. Alla guida tecnica della squadra viene richiamato Domenico CATANEO al quale, dopo i brillanti risultati degli anni precedenti, riesce il miracolo: salvare la squadra da una retrocessione in serie C che, al termine del girone di andata, pareva cosa fatta.

Tantissimi sono stati, infatti, i problemi cui la società e la squadra hanno dovuto far fronte: dalle difficoltà economiche (sponsor letteralmente assorbiti in altri impegni), alle difficoltà per il tesseramento di alcuni giocatori, agli infortuni (mai così numerosi come quest’anno), alla rosa di giocatori alquanto ristretta. Ciò nonostante mister CATANEO e i suoi fantastici ragazzi sono riusciti nell’impresa di mantenere la categoria e garantirsi, così, un altro anno di serie B. Il raggiungimento dei play out, disdegnato ad inizio stagione, è stato accolto come una vera e propria manna piovuta dal cielo. Nel doppio confronto con il TERMOLI (due vittorie: 3-1 in casa e 4-3 in trasferta), sono venute fuori l’anima della squadra, del tecnico, dei giocatori e di quei dirigenti che non hanno mai smesso di credere nella salvezza.

 

Il campionato 2007/2008 è quello che non si dovrebbe disputare per le condizioni economiche disastrate che versava la compagine Sipontina.

Il Presidente Severino PRATO si dimette; rimane al vertice societario il solo Matteo PACILLI che assumendo l’incarico di Presidente chiede l’apporto di tutti i dirigenti che come lui hanno a  cuore le sorti di questa squadra, rispondono all’appello Leonardo PRENCIPE che assume l’incarico anche di Vice Presidente e responsabile della 1° squadra, Sante LEONE responsabile del settore giovanile; il settore Tecnico viene affidato a Mister Paolo VITULANO che tanto bene aveva fatto con l’Under 21.

Ma soprattutto rispondono i ragazzi/calciatori che con vero spirito di abnegazione e di attaccamento alla maglia rinunciano a qualsiasi compenso pur di affrontare quest’avventura difficile che è il campionato di serie B.

Bisognerebbe  menzionarli  tutti per l’impresa da compiere in un campionato difficile.

Grazie alla  predisposizione e al sacrificio di tutti, a qualche miracolo sportivo in qualche gara la compagine giunge anche quest’anno alla salvezza, vincendo i play-out!!!

I nostri partners

I nostri partners
Copyright ASD Manfredonia C5 - Tutti i contenuti sono riservati. 2016