shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Prof Catanzano:”La condizione è molto buona”

Al termine delle festività natalizie, nel periodo di pausa del campionato del Vitulano Drugstore C5 Manfredonia, abbiamo intercettato il preparatore atletico prof. Carlo Catanzano per analizzare il momento dei biancoceleste e la gestione del team nel mese in cui non ci saranno impegni competitivi, in virtù dei Campionati Europei di Futsal, in cui saranno impegnati gli azzurri del ct Max Bellarte, a partire dal 19 Gennaio, nei Paesi Bassi.

1) Prof. Catanzano, come ha trovato la squadra dopo il periodo di festività natalizie?

“Giocando il 28 dicembre contro il Cormar Polistena non possiamo in realtà parlare di periodo di festività natalizie vere e proprie.

Insieme al mister e allo staff abbiamo deciso di dare qualche giorno di riposo In prossimità di Natale, come è giusto che sia per il 24 e 25, ma domenica 26 dicembre eravamo già sul parquet per continuare a preparare la partita di Polistena.

Come sapete tutti, siamo riusciti a vincere questo scontro salvezza e, dopo aver dedicato la giornata successiva al recupero insieme al nostro Fisioterapista Carmelo Quaglione, abbiamo lasciato liberi i ragazzi fino al 2 Gennaio e, seppur con numeri ridotti per gli acciacchi causati dalla battaglia in Calabria, ci siamo allenati tutta la settimana (compreso il giorno dell’Epifania) con carichi di lavoro adeguati al periodo e all’organico a disposizione”.

Carlo Catanzano

2) Come si gestisce questo lungo periodo in attesa delle gare ufficiali di febbraio?

“Questa stagione è sicuramente caratterizzata dagli impegni delle nazionali: a settembre scorso i Mondiali e in questo mese gli Europei.

Proprio per gli Europei il campionato ha una sosta di circa un mese, infatti, rientreremo in campo contro il Pescara Futsal il 13 febbraio al Palascaloria.

A differenza della maggior parte delle altre squadre in serie A, che hanno preferito lasciare una settimana “libera” in prossimità delle feste, noi abbiamo optato per allenarci e lasciare “libera” questa settimana.

Dico “libera” perché in realtà i ragazzi continueranno ad allenarsi.

Al rientro, gli allenamenti riprenderanno normalmente con la solita organizzazione, sperando di recuperare quanto prima i giocatori che si allenano in maniera differenziata per qualche acciacco e quindi rendere disponibile tutto il roster al mister per gli allenamenti”.

3) Che tipo di lavoro ha programmato per la squadra in vista del tour de force che ci attende?

“Ognuno dei ragazzi ha una scheda in parte personalizzata per le proprie singole esigenze, che svolgeranno durante questa settimana di sosta dagli allenamenti collettivi, per non rischiare di rientrare con la squadra in una condizione inadeguata per sostenere i carichi degli allenamenti.

Poi l’organizzazione delle settimane fino agli impegni competitivi sarà quella di sempre: lavori di forza in sala pesi, lavori di prevenzione/riduzione del rischio di infortuni in campo e in sala pesi, lavori di potenza, lavori dal punto di vista metabolico in campo integrando ovviamente i lavori tecnico/tattici del mister.

Magari cercheremo, grazie al Ds Carmelo Mendola, di inserire qualche amichevole di livello fino al 13 febbraio (se la situazione epidemiologica ce lo permetterà).

Poi ci aspetterà un vero e proprio tour de force, sia fisico che mentale, andando a giocare ben 5 gare in 13 giorni.

In questo periodo sicuramente alterneremo le gare ai recuperi e si potrà lavorare ben poco dal punto di vista tecnico/tattico”.

Carlo Catanzano

4) Qual è la condizione atletica dei neo arrivati e soprattutto saranno pronti alla ripresa del campionato?

“Come da prassi, insieme al Fisioterapista Carmelo Quaglione, abbiamo svolto dei test atletici e fisioterapici per i nuovi arrivati.

La condizione in generale è molto buona e, seppur non avendo impegni competitivi, è molto importante averli disponibili per gli allenamenti in modo da integrarsi quanto prima nei sistemi di gioco della squadra.

Ovviamente ognuno di loro ha dei piccoli deficit sui quali stiamo lavorando per migliorare la loro condizione fisica e per scongiurare quanto più possibile infortuni di tipo muscolare.

Per quanto riguarda Moretti e Foglia, abbiamo avuto già il piacere di vederli giocare con la nostra maglia, anche con ottime prestazioni.

Sacon e Leandrinho scalpitano, non vedono l’ora di scendere in campo e difendere i nostri colori e vi garantisco che si stanno allenando forte e molto bene per non farsi trovare impreparati”.

Area Comunicazione- CTM Communication